The Shiver – The Key – Premiere del mio nuovo videoclip

E’ finalmente online il nuovo videoclip dei The Shiver– The Key!

La band The Shiver, nata nel 2005 dall’unione artistica di Federica “Faith” Sciamanna (cantante, compositrice e polistrumentista) e Francesco “Finch” Russo (batterista), miscela elementi di Alternative Rock, Metal, Ambient ed Electro/Goth. Ha al suo attivo un demo, 3 full length ed un ep acustico per quanto riguarda la produzione discografica; vanta in più una grandissima esperienza live per i palchi di tutta Europa, anche a supporto di grandi nomi della scena musicale mondiale come Misfits e Papa Roach.

Il brano The Shiver – The Key miscela sapientemente il suono del pianoforte, su cui corre il tema principale, alla potenza degli incalzanti groove di batteria coadiuvati dalla chitarra di Vincenzo Lodolini (anche negli Oblyvion) e dal basso di Michele Colantuoni (Psychotrauma) per un impatto sonoro notevole, sempre accompagnato dalla voce delicata e melodica, che a tratti si rivela potente e grintosa nei chorus.

The Shiver – The Key: la realizzazione

Il videoclip di The Shiver – The Key è stato realizzato per la maggior parte in un magazzino in una piccola zona industriale di Viterbo, mentre la parte iniziale e finale del video sono state girate in ambiente domestico di fronte ad un pianoforte. Il girato all’interno del magazzino ha richiesto quasi una nottata di lavoro, mentre per le parti al pianoforte è stata necessaria all’incirca un’ora, il tutto escludendo il setup dei vari set e dell’illuminazione relativa. La falsa parete nera “graffiata” per avere infiltrazioni luminose dal retro, che caratterizza lo sfondo alle spalle di Finch, è stata realizzata da me e dallo stesso Finch tramite una struttura di pallet ricoperta di cartone verniciato di nero e successivamente inciso per creare le aperture.

The Shiver – The Key: strumentazione tecnica

Per girare The Shiver – The Key ho utilizzato fotocamere Canon EOS equipaggiate da firmware personalizzato Magic Lantern, di estrema utilità in ambito video grazie agli ausili per il focus e l’esposizione quali Focus Peaking, Magic Zoom, Zebra Patterns nonchè alla sovrapposizione dei cropmarks CinemaScope. La funzione Movie Crop Mode di Magic Lantern, inoltre, ha dato molta più versatilità alle ottiche utilizzate in quanto, attivandola, si ottiene uno zoom effettivo di 3x rispetto alla lunghezza focale utilizzata al momento: ciò ha permesso di ridurre sia il numero di ottiche effettivamente utilizzate, sia i tempi dovuti ai cambi di tali ottiche.

La strumentazione tecnica utilizzata è la seguente:
Canon EOS 60D Digital SLR
Canon EOS M Mirrorless Camera
Canon Mount Adapter EF-EOS M (per utilizzare le ottiche EF o EF-S sulla EOS M)
Canon EF-M 22 mm f/2.0 STM
Canon EF 50mm f/1.8 II
Canon EF-S 10-22mm f/3.5-4.5 USM (Grazie Mirko!)
Manfrotto 190XPROB
Manfrotto 324RC2

L’illuminazione per il video è data da un faro alogeno da 1000W (Grazie Paolo!) opportunamente “flaggato” ed utilizzato come key light, mentre una luce analoga è stata piazzata dietro la parete fittizia per generare delle infiltrazioni di luce (coadiuvata da altre fonti di luce continua meno potenti) provenienti dal fondo; lo stesso faro si può distinguere bene al centro della parete, ormai aperta, nell’outro del brano. Come ulteriori punti luce (puramente per estetica) sono stati utilizzati dei faretti LED RGB mentre come fill light su Finch è stato usato un pannello LED Pro CN-160 alimentato a batterie AA.

Il video The Shiver – The Key è stato girato con rapporto di forma Cinemascope 2,35:1 a 23,976 fps per ottenere un look più cinematico, accentuato in seguito con la color correction. Successivamente sono state aggiunte parti del testo a video, seguendo il consolidato (ma attualissimo) trend dei “lyric video”.

Rispondi